Narrazione teatrale “Stelle infrante” – Gropello Cairoli, 01.02.2015

Narrazione teatrale
“Stelle infrante”
con Laura Mantovi; a cura di Sara Poli

INGRESSO LIBERO

Domenica 1 febbraio
ore 16,00 – SALA CANTONI
Via Cairoli 25 – Gropello Cairoli (PV)

Stelle Infrante, le donne e la Shoah
Regia di Sara Poli; con Laura Mantovi

Una produzione Progetti e Regie
in collaborazione con “Le Voci dell’Anima” e Comune di Lumezzane, Ufficio Cultura

Tra il 1933 ed il 1945, in gran parte d’Europa, gli ebrei vennero colpiti da una persecuzione durissima, culminata in eccidi di massa. Alle vittime vennero dapprima negati i diritti civili e poi il diritto stesso alla vita. In Italia la
persecuzione si sviluppò nella prima fase dal 1938 al 1943, con le leggi antiebraiche emanate dal governo fascista del regno d’Italia, e dal 1943 al 1945, con gli arresti e le deportazioni decisi e attuati dalla repubblica sociale
italiana e dall’occupante tedesco. Migliaia di italiani vennero deportati e spediti nei campi di concentramento. Molti di loro non fecero mai ritorno. Di queste migliaia molte erano donne.

Stelle Infrante è dedicato a loro. Le loro storie, le loro voci, la loro memoria.
Per non dimenticare l’abisso in cui sprofondò l’essere umano. Questo è stato il pensiero che ci ha accompagnate durante la composizione del testo.
Questa la consapevolezza che ha guidato il nostro creare. Sembra lontano quel tempo… ma il vibrare del loro racconto rende infinito lo strazio dei loro giorni da deportate. Poche sono tornate per raccontare ma chi dopo anni ha trovato il coraggio di riprendere quel filo ci passa un testimone pesantissimo da reggere: quei giorni si sono incisi nelle loro vite, nella loro carne, nei loro pensieri. E con grande rispetto e cura noi ci facciamo carico di un poco del loro dolore. Per non dimenticare. Mai. E per dir loro grazie per la forza, la lucidità e l’impegno che ancor oggi riescono a regalarci.
E’ nato così un percorso emozionale ed intenso di voci, parole, movimento e musica che arriva dritto alla nostra parte viva e vibrante. Perché l’orrore del passato deve essere monito di memoria e responsabilità per ognuno di noi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.